Inutile che la sinistra si annulli per mitigare la sconfitta del PD

Il PD chiede il voto utile per battere la destra. Lo chiede agli elettori di sinistra. Se però leggiamo la media dei vari sondaggi elettorali, vediamo che il centrodestra è dato al 36,9 per cento, il centrosinistra al 27,8 e la sinistra al 5,9. Lo spostamento dei voti di sinistra sul centrosinistra, dunque, non servirebbe... Continue Reading →

Laura Boldrini e la maternità surrogata

Anche se ne sono rimasto deluso, ma non sorpreso, la risposta data al videoforum di Repubblica, su sollecitazione di una rete di donne, la considero davvero insufficiente per rappresentare Laura Boldrini come una convinta e determinata legittimatrice della cosiddetta gestazione per altri (gpa). La presidente della camera ha dichiarato solo questo: «E' un tema molto delicato,... Continue Reading →

Autodeterminazione in affitto

L’utero in affitto sequestra l’autodeterminazione delle donne. O meglio, l'affitta insieme con l'utero. Paradossalmente, i favoreggiatori dell’utero in affitto usano l’autodeterminazione come argomento a sostegno, persino come bandiera: fanno il paragone con l’aborto e ricordano lo slogan il corpo è mio e lo gestisco io. Ma con l’utero in affitto legalizzato, la gestione del corpo è... Continue Reading →

L’appello reazionario delle cento francesi

L'appello delle cento francesi, per la libertà maschile di importunare le donne dice cose sbagliate e cose giuste, che diventano sbagliate nel dibattito sul #metoo. Per esempio, è ovvio che esiste una differenza tra la violenza sessuale e l'approccio maldestro, tuttavia, affermarlo in relazione al movimento mondiale contro le molestie, sembra voler dire che molte... Continue Reading →

Il conflitto Grasso-Boldrini e la possibile alleanza tra Liberi e Uguali e il M5S

Forse, Laura Boldrini si è sbilanciata nel chiudere la porta al M5S, ma per tenerla aperta, Pietro Grasso le ha dato una risposta inadeguata. O meglio, l’ha data a SkyTg24, per dire che non decide lei, decide lui. Rappresentandosi, in tal modo, come uomo solo al comando, nel rapporto con il suo partito (salvo negarlo... Continue Reading →

Università gratuita, se diritto universale

Se l'istruzione superiore è un diritto universale, è giusto che l'accesso sia gratuito. Se invece è un servizio a domanda individuale, è giusto pagare una contribuzione per accedervi, secondo il proprio reddito. Questo è il discrimine tra una visione politica socialista ed una liberale e conservatrice. Senza tener conto di questo discrimine, l'idea di Pietro... Continue Reading →

Se un leader è necessario, si sostiene

Un leader appena scelto, in vista di elezioni molto vicine, prima si sostiene poi, eventualmente, si critica. Questo, nell'interesse del gruppo che ritiene necessario avere un leader. Lo penso dopo aver letto due articoli contro Pietro Grasso: uno a firma di Alessandro De Angelis sull'HuffPost, l'altro a firma di Peppino Caldarola su Lettera43. Due firme... Continue Reading →

Sul caso Boschi Etruria

Maria Elena Boschi è accusata dalle opposizioni e da alcuni organi d’informazione, in particolare il Fatto Quotidiano, di aver abusato del suo ruolo di governo per favorire il salvataggio di Banca Etruria, l’istituto di credito nel quale suo padre era vicepresidente, suo fratello impiegato e lei stessa detentrice di un piccolo pacchetto di azioni, circa... Continue Reading →

L’ambiguità di Cartabianca e della carta stampata

Cartabianca ha messo in scena il processo alla vittima. Un’eroina (lode a lei) molto brava, con una bella tempra, capace di reggere dall’inizio alla fine e di uscirne a testa alta. Due accusatori imbarazzanti. Un difensore blando. La conduttrice dalla parte giusta, che però imposta un programma del genere. Per l’audience o perché le strutture... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: