Tsipras più credibile di Renzi e Grillo, per allearsi a destra

Tsipras Partigiani ResistenzaSyriza ha vinto le elezioni in Grecia, oltre le aspettative. Però ha mancato la maggioranza assoluta per un paio di seggi. Per formare il governo ha bisogno di un alleato. Non può allearsi con il piccolo partito di centrosinistra (To Potami), ostile ai partiti tradizionali, molto europeista, poco avverso alla troika. Non può allearsi con il piccolo partito comunista (KKE), perchè settario e stalinista, chiuso alle alleanze. Gli rimane un piccolo partito di centrodestra contrario all’austerità (I greci indipendenti), scisso dal più grande partito conservatore (Nuova democrazia) invece favorevole.

Sul Fatto Quotidiano si paragona l’alleanza tra Syriza e greci indipendenti (Anel) con l’alleanza tra M5S e l’Ukip di Nigel Farage. Il paragone suggerisce una equiparazione tra Grillo e Tsipras e dice che molta sinistra italiana è incoerente nel giudizio, usa due pesi e due misure, contesta a Grillo quello che perdona a Tsipras.

Lasciamo da parte la valutazione sui rapporti di forza: Syriza sfiora la maggioranza assoluta, i greci indipendenti sono un piccolo partito, mentre M5S e Ukip sono due forze equivalenti. Lasciamo da parte la valutazione sulla effettiva identità ideologica dei due partiti di destra: greci indipendenti e Ukip non convivono nello stesso gruppo al parlamento europeo. Lasciamo infine da parte il fatto che in un caso, quello greco, si tratti della necessaria formazione del governo di un paese, nell’altro, quello del PE, si tratti della non necessaria formazione di un gruppo parlamentare.

Rimane che Alexis Tsipras è più credibile di Beppe Grillo. Il leader della sinistra radicale in Grecia non ha mai detto cose strane sull’immigrazione, sulle donne, sugli omosessuali, sul fascismo, non ha mai lisciato il pelo all’elettorato xenofobo. Sappiamo qual è il suo punto di vista sulla democrazia e sui diritti civili e quindi pensiamo di poterci fidare di lui in merito alle posizioni che terrà di fronte al suo alleato minore. Il leader cinque stelle invece ha detto cose molto ambigue su questi temi, quindi non possiamo fidarci di lui. Pesi e misure sono uguali, ad essere diversi sono proprio i due leader.

Discorso analogo nel confronto tra Tsipras e Renzi. I simpatizzanti renziani, come quelli grillini, rimproverano incoerenza di giudizio a ciò che si muove alla sinistra del capo del PD. In effetti, Renzi è alleato con un partito di destra per poter formare un governo. E pure lui ha rapporti di forza favorevoli. Ma il contenuto della sua alleanza è in continuità e non in opposizione alle politiche di austerità. Mentre Renzi liberalizza i licenziamenti per accontentare la Germania o i cosiddetti investitori esteri, Tsipras vuole ripristinare le regole che limitano la possibilità di licenziare. Pesi e misure sono uguali, ad essere diversi sono proprio i contenuti dell’alleanza.

One thought on “Tsipras più credibile di Renzi e Grillo, per allearsi a destra”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...