Destra e Sinistra, un dualismo di sinistra

Stati generaliDestra e sinistra è un dualismo a cui sono affezionato. Lo considero ancora il migliore, il più laico dei dualismi, il più di sinistra. Dico subito che questo dualismo nella mia mente ha poca relazione con il bipolarismo dei partiti e delle coalizioni. Da circa vent’anni, il sistema bipolare in Italia è un confronto tra due destre.

In parte, è così anche in altri paesi dove le socialdemocrazie hanno via via ceduto il passo al neoliberismo, in conseguenza della perdita di potere degli stati di fronte alla globalizzazione del capitalismo finanziario: in competizione tra loro, per attrarre crediti e investimenti esteri, molti stati hanno disarmato la loro democrazia e questo ha limitato la possibilità di una politica di sinistra entro i soli confini nazionali.

Alcuni aderiscono o si arrendono a questa realtà e si ritrovano a destra (in senso liberista). Altri provano a resistere nei loro paesi, a lottare per democratizzare le istituzioni sovranazionali e continuano ad essere di sinistra (in senso socialista). Altri ancora vogliono resuscitare il nazionalismo e sono di destra (in senso fascista).

Così descritta, ne risulta una tripartizione. In realtà, permane il dualismo a secondo delle posizioni che i tre gruppi assumono. I socialisti (o i comunisti), se coerenti con se stessi, sono sempre a sinistra, sia sul piano dei diritti civili, sia sui diritti politici, sia sui diritti sociali. I liberisti possono essere a sinistra sui diritti civili, oscillare sui diritti politici ed essere a destra sui diritti sociali. I fascisti sono a destra sui diritti civili e politici e possono ritrovarsi a sinistra, se collocati all’opposizione, sui diritti sociali.

In Italia – mi rendo conto dello schematismo – tendo a vedere la Lega Nord e il M5S nel fascismo, Forza Italia e il PD nel liberismo, la minoranza PD e tutta l’area della ex Lista Tsipras nel socialismo. Oltre i partiti, e forse ormai più importanti di loro, vedo a sinistra molta realtà dei movimenti sociali e culturali di liberazione: il sindacalismo, il pacifismo, l’ambientalismo, il femminismo. A destra colloco invece un elemento più indefinito, una zona grigia, un ventre molle, uno stare alla finestra, un elemento passivo, un tempo base di consenso del fascismo, poi del centrismo democristiano, poi di Berlusconi e oggi di Renzi. Qualcuno che ne pensa meglio credo la chiami maggioranza silenziosa.

La sinistra è, infine – e questo la fa molto bella – una ammissione e una rivendicazione di parzialità. La persona di sinistra è di sinistra. La persona di destra tante volte non è né di destra né di sinistra. Si autorappresenta come il tutto: vuole essere la nazione, il popolo, oppure dio, patria e famiglia, o anche solo la barca quando dice che siamo tutti sulla stessa barca, e per essere il tutto propone altri dualismi in cui uno dei due deve essere soltanto fatto fuori: è la società civile contro i professionisti della politica; il nord contro Roma ladrona; gli italiani contro gli stranieri; i produttori contro i fannulloni, i cittadini contro lo stato (le regole, le tasse e la spesa pubblica). I suoi nemici sono scelti in genere tra i tradizionali capri espiatori: gli ebrei (oggi anche i musulmani), i gay, i neri, le donne, i comunisti. Un altro modo di essere il tutto per l’individuo di destra è quello di dichiararsi di sinistra, per poter occupare tutte le posizioni.

Destra e sinistra le vedo come due sistemi di valori, il primo incentrato sulla gerarchia, la competizione, il comando; il secondo sulla tensione verso l’uguaglianza e la valorizzazione delle differenze, la solidarietà e la cooperazione, la rappresentanza e la partecipazione democratica. Uso più parole per dire dei valori della sinistra, perché la sinistra è più complessa e cambiare il mondo in senso democratico e socialista è molto più complicato dell’adesione o della resa alla sua realtà.

Un pensiero riguardo “Destra e Sinistra, un dualismo di sinistra”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...