HuffPost-donne traditrici

Si può discutere l’opportunità che uno dei più seguiti giornali online, con una nomea di sinistra e una direttora prestigiosa, Lucia Annunziata, pubblichi a scopo di intrattenimento e per generare tanti click, articoli  pseudoscientifici sul rapporto tra i sessi, ultimo dei quali, più volte rilanciato, relativo ad una ricerca secondo cui gli uomini saprebbero riconoscere le donne traditrici solo guardandole in faccia. Tesi sparata fin dal titolo.

Ad essere inaccettabile è che un articolo di questo genere sia illustrato con una foto indegna che mostra in primo piano una mano maschile contratta in un pugno rabbioso, con sullo sfondo l’immagine opaca di una donna impaurita e contrita. Una foto spesso usata per illustrare articoli sulla violenza maschile domestica. Usata a questo scopo dallo stesso Huffington Post. Un’avvertimento minaccioso neanche tanto subliminale nei confronti delle donne infedeli.

Forse l’accostamento vorrebbe essere ironico, forse chi ha composto la pagina non se n’è reso conto ed ha messo insieme testo e immagine secondo suoi inconsapevoli pensieri atavici, ma quella pagina è già stata oggetto di molte proteste in passato e nessuna modifica è stata apportata. In questo modo, con o senza intenzione, l’Huffington Post insiste nel mettere insieme, senza soluzione di continuità, un tema di costume con un tema politico, nell’usare la presunta facilità maschile nel riconoscere l’infedeltà femminile, per legittimare un reato molto grave, la violenza maschile sulle donne, o quanto meno per renderla comprensibile e attenuarne il giudizio.