Perché il PD vuole cacciare Marino?

Noi con Marino Voi col padrino

Ignazio Marino non è indagato per la vicenda degli scontrini. Vicenda che è servita da pretesto al PD per indurre il sindaco di Roma alle dimissioni. Quindi, Marino pensa di poter revocare le sue dimissioni. Ha tempo fino al 2 novembre, ma il PD è contrario e vuole lo stesso che se ne vada, perché si è rotto il rapporto di fiducia con la città. Una formula arbitraria e generica, dietro la quale il PD si nasconde, per evitare di dire perché vuole cacciare il sindaco che ha eletto.

Il PD non dice quali provvedimenti della Giunta Marino disapprova. Né dice quali provvedimenti propone, che la Giunta Marino rifiuta di approvare. Allora, facciamo delle ipotesi.

Il PD vuole cacciare Marino perché lo reputa di sicuro perdente alle prossime elezioni. Vuol dire che il PD pensa di avere un’alternativa vincente da qui a maggio. Per i sondaggi conosciuti è molto improbabile. Il favorito alle prossime amministrative è il M5S. Lo stesso Marino probabilmente si presenterebbe con una sua lista civica e l’elettorato democratico si spaccherebbe in due, con esclusione del PD persino dal ballottaggio.

Il PD vuole cacciare Marino perché lo reputa incapace di amministrare. Vuol dire che il PD pensa di avere un’alternativa più capace. Eppure anche il prossimo sindaco sarà selezionato dalle primarie e non da una scuola per amministratori locali. Se anche emergesse un’amministratore di maggior talento, nell’ipotesi fantastica di essere eletto, impiegherebbe almeno un anno, forse più, per rendersi pratico nella gestione della complessa macchina comunale di Roma. Intanto passerebbe il Giubileo. Marino, sarà poco pratico, ma ha dimostrato di non essere refrattario nel farsi aiutare dal prefetto e da nuovi assessori super politici.

Il PD vuole cacciare Marino, perché non solo è estraneo, ma anche ostile a Mafia capitale. Il PD è un partito coinvolto nello scandalo di mafia capitale, tanto da essere commissariato, ma forse qualsiasi ricostruzione deve fare i conti con questo partito e un amministratore troppo alternativo è inadeguato alle necessarie mediazioni e conciliazioni. È un dubbio diffuso. È stato Marino ha dire chi non difende me, difende la mafia. Pochi mesi fa lo diceva il commissario Matteo Orfini: far dimettere Ignazio Marino è la stessa linea della mafia. Oggi è la stessa linea del PD.

Il PD vuole cacciare Marino, perché si sono rotte le relazioni personali. È una spiegazione semplice e banale. Matteo Renzi non sopporta più Ignazio Marino. I calcoli del segretario del PD possono essere razionali, ma perdono di efficacia, quindi di senso nella contrapposizione ad un sindaco eletto, mai sfiduciato e indisponibile a farsi cacciare, però per puntiglio vuole cacciarlo lo stesso.

Come che sia, il PD dovrebbe prendere carta e penna, scrivere una mozione di sfiducia, nella quale spiega bene perché non vuole più l’attuale sindaco di Roma e presentarla in consiglio comunale. Sarebbe la via più democratica, corretta e trasparente. Pare non voglia, perché mostrerebbe le divisioni del suo gruppo consiliare e si ritroverebbe a votare con la destra. Quindi, preferisce insistere nel convincere il sindaco a non revocare le dimissioni, con le buone o con le cattive, in privato, a porte chiuse, come è avvenuto nella riunione di oggi. Come avveniva nella vecchia politica, quella del giovane Renzi ritratto in foto con De Mita, Buttiglione e Andreotti. Ma all’epoca, quei partiti avevano ancora una forza e una legittimazione che oggi i partiti personali non hanno più.

Un pensiero riguardo “Perché il PD vuole cacciare Marino?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...