Immaginarsi a parti rovesciate

Nadine Al-BudairUna giornalista saudita del Qatar, Nadine Al-Budair, chiede al suo pubblico di immaginare giovani cristiani occidentali lanciarsi in missioni suicide nei paesi arabi, giovani a cui i paesi arabi hanno concesso accoglienza e assistenza.

Qualcosa oltre ogni immaginazione, perché – lei dice – l’Occidente è umanitario e rifiuta di reagire in modo barbaro agli attentati islamisti, anzi continua ad accogliere ed ospitare musulmani.

Nadine Al-Budair è liberale e forse ha una visione ingenua del nostro mondo, come i comunisti occidentali l’avevano del mondo sovietico. L’Occidente accoglie, ospita e assiste, ma pure contrasta, respinge, espelle, esclude: dal 2014, 7.500 migranti sono morti nel tentativo di raggiungere l’Europa. L’Occidente non manda kamikaze in Medio Oriente, ma compie raid e bombardamenti, che nell’ultimo anno e mezzo hanno ucciso un migliaio di civili in Siria e in Iraq.

Nadine Al-Budair ha comunque le sue buone ragioni, perché compie uno sforzo di immedesimazione nell’altro ed invita la propria parte a non autoassolversi e a scegliere l’autoriforma, a vedere come la propria politica e religione si prestano ad alimentare il terrorismo.

Sostenere questa giornalista è diverso dal ripetere le sue parole, come fanno le pubblicazioni predisposte al conflitto di civiltà; sostenerla vuol dire assumere la sua stessa postura introspettiva: immedesimarsi nell’altro, rinunciare ad autoassolversi e vedere cosa c’è nella propria politica, che alimenta la violenza e lo scontro.

Tra gli occidentali, questa postura confligge con chi rifiuta le equiparazioni, detesta il terzomondismo, rimuove i sensi di colpa. Eppure non si tratta di stabilire se l’Occidente sia più buono o più cattivo degli altri, né di attribuirgli maggiori o minori responsabilità rispetto ad altri.

Che si pensi sia più o meno responsabile, l’Occidente, o meglio l’Europa, è la nostra parte del mondo, quella che ci compete e, in modo pacifico e democratico, possiamo cambiare, per superare la guerra e il terrore.

3 pensieri riguardo “Immaginarsi a parti rovesciate”

  1. è pacifico che l’occidente sia più buono dell’islam. è nelle cose. la donna non è considerata un nulla come nell’islam. la libertà di culto e la democrazia sono valori considerati imprescindibili. negarlo sarebbe ingenuo se non colpevole. i bombardamenti dell’occidene hanno permesso di non permettere ulteriormente ai tagliagole dell’ISIS di uccidere donne e bambini yazide e curde, alawite e sciite e di riprendere qualche giorno fa Palmira.
    altro è non mettersi al livello del male. l’accoglienza ragionata (non certo quella di adesso) deve essere fatta proprio perché noi siamo l’occidente.
    ma agli attentati di Bruxelles non si reagisce con i lumini, si reagisce con la repressione

    Mi piace

  2. Palmira è stata ripresa e ne siamo contenti. E’ stata ripresa dall’esercito del regime siriano di Bashar al-Assad, con l’appoggio dei russi. Quell’esercito è responsabile del maggior numero di morti nella guerra civile siriana. Tre anni fa Usa e Europa valutavano se intervenire in Siria contro quell’esercito, reo di aver usato armi chimiche. Contro quell’esercito sono stati sostenuti i fondamentalisti islamici. Per fuggire dalle campagne di reclutamento forzato dell’esercito del regime siriano è aumentata la pressione dei profughi sulle frontiere europee nel corso del 2015, quella pressione per cui ora l’accoglienza ti sembra non più ragionata.

    Mi piace

  3. L’Occidente non è perfetto ma la giornalista ha solo ragione
    e veramente sono decenni che l’occidente, o almeno la sua parte più “progressista” fa introspezione, credo che il mondo islamico ne abbia fatto molta meno quindi ben vengano riflessioni come quella della giornalista

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...