Voteremmo una candidata di destra?

ursula-von-der-leyen

Pierlugi Battista chiede se saremmo disposti a votare Marine Le Pen, per sfondare il soffitto di cristallo dell’Eliseo. Lo chiede a proposito del fatto che molti di noi lacrimano perché questo soffitto non si è infranto per la Casa Bianca, mentre forse non lacrimerebbero se non si fosse infranto per Roma e per Torino, e in fondo ignorano che si è già infranto per il Fmi, per la Germania, per la Gran Bretagna. Così, nelle lacrime di genere per Hillary Clinton, lui ci vede un po’ di ipocrisia.

Il soffitto di cristallo (glass ceiling) è una metafora di origine femminista, per dire che l’accesso alla carriera e ai diritti è impedito da una discriminazione insormontabile di natura sessuale o razziale. Nel caso della sconfitta di Hillary Clinton, probabilmente, non si è trattato di questo, ma del suo essere percepita come rappresentante dell’amministrazione in carica e più in generale dell’élite.

Nelle sue competizioni, Hillary Clinton l’abbiamo sempre vista nel ruolo di candidata ufficiale favorita, mai nel ruolo della sfidante, come fosse già al di sopra del soffitto di cristallo. Il revanscismo sessista e razzista è stato tra le motivazioni del voto repubblicano, ma i voti repubblicani sono rimasti gli stessi del 2012, anzi 320 mila in meno.

Tuttavia, la prima volta di una donna candidata dichiaratamente femminista opposta ad un uomo ostentatamente maschilista, ci ha fatto vivere le presidenziali USA anche come espressione del conflitto tra i sessi; abbiamo tifato per lei, perché alla sua vittoria abbiamo attribuito un valore simbolico progressivo, alla vittoria di lui un valore regressivo, per non dire un grave pericolo.

La domanda di Pierlugi Battista si può allora così riformulare: ha sempre valore progressivo la vittoria di una donna candidata? La questione si pone, perché anche le destre, persino le destre estreme, si affidano più spesso a leadership femminili: Marine Le Pen (Front National, Francia); Diane James (Ukip, Gran Bretagna); Frauke Petry (l’Alternativa per la Germania); Beata Szydio (Legge e Giustizia in Polonia); Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia).

La mia risposta è no, non lo è in assoluto. Però, penso che Marine Le Pen sia meglio di suo padre; Giorgia Meloni meglio di Fini e Storace; Virginia Raggi e Chiara Appendino meglio di Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio. Nelle amministrative di Torino sono stato in dubbio fino all’ultimo nella scelta. Alla fine ho votato il candidato di sinistra, ma non mi è dispiaciuta la vittoria della candidata del M5S.

A parità di condizioni, meglio una donna di un uomo; quando le condizioni non sono proprio pari, c’è da pensarci. Non Le Pen in Francia, ma Angela Merkel in Germania, le cui consigliere sono pure donne, contro un candidato socialdemocratico, si, potrei scegliere di votarla. La decisione di aprire le porte ai profughi siriani e di continuare a sostenerla, nonostante tutti i problemi, forse un cancelliere socialdemocratico maschio non avrebbe avuto il coraggio di prenderla.

Un’altra variabile è se la candidata fa valere il suo essere donna, punta sulla sua differenza o se la occulta; se ha una relazione forte con almeno un’altra donna o se isolata tra gli uomini. Nel primo caso, può avere valore sostenerla. Non ho motivo di credere che le donne siano migliori di natura, né mi aspetto donne di cuori. Ma per la loro esclusione storica, in un sistema di potere strutturato dagli uomini in millenni di società patriarcali, le donne al potere si trovano in contraddizione. E questo può aprire delle buone possibilità.

Un pensiero riguardo “Voteremmo una candidata di destra?”

  1. non ti è dispiaciuto la vittoria dell’Appendino infastidita dalle code davanti i musei e sta distruggendo la cultura a Torino? benissimo…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...