Inutile che la sinistra si annulli per mitigare la sconfitta del PD

Media sondaggi coalizioni

Il PD chiede il voto utile per battere la destra. Lo chiede agli elettori di sinistra. Se però leggiamo la media dei vari sondaggi elettorali, vediamo che il centrodestra è dato al 36,9 per cento, il centrosinistra al 27,8 e la sinistra al 5,9. Lo spostamento dei voti di sinistra sul centrosinistra, dunque, non servirebbe per battere la destra, ma solo per mitigare la sconfitta della coalizione centrata sul PD.

La questione del voto utile è complicata. Si pone per la quota maggioritaria del sistema elettorale, che elegge il 37 per cento dei seggi. Il restante 63 è ripartito in modo proporzionale. E si pone in modo diverso in ciascun collegio uninominale. Alcuni collegi sono sicuri per il centrodestra, altri per il PD, altri per il M5S. In tali collegi, gli elettori delle minoranze non hanno da preoccuparsi del voto utile inteso a battere lo schieramento di cui hanno più paura. La preoccupazione vale per i collegi dove l’esito è incerto.

Tuttavia, se l’obiettivo è battere la destra, non è detto che il voto utile sia sempre quello al PD. In tanti collegi, specie al sud, il candidato più competitivo è quello del M5S. Se gli elettori di sinistra volessero prestare ascolto agli appelli per il voto utile, dovrebbero valutare collegio per collegio, se per battere la destra è più utile votare PD o M5S. In coerenza con il proprio appello, una tale valutazione dovrebbe farla lo stesso PD, per ritirare il proprio candidato quando può danneggiare il candidato più competitivo alternativo al centrodestra.

Gli elettori di sinistra dovrebbero, inoltre, valutare se la sconfitta di uno schieramento è importante fino al punto di voler annullare la propria rappresentanza parlamentare. Questo fu l’effetto del voto utile nel 2008: non impedì la vittoria del centrodestra, ma escluse la sinistra arcobaleno dal parlamento, solo per ridimensionare un po’ la sconfitta del PD guidato allora da Veltroni. Votare «utile» nel 2018, vorrebbe dire con ogni probabilità replicare in parte quel risultato.

Media sondaggi partiti

Se il PD avesse davvero ritenuto necessario il voto di sinistra, per battere la destra, avrebbe costruito un’alleanza con la sinistra, invece di spendere adesso la carta del ricatto in campagna elettorale. Questa tattica cinica, che punta a mettere gli elettori di sinistra con le spalle al muro, spaventati dalla prospettiva della vittoria del nemico più temibile, qualifica l’autorità e la credibilità di chi la pratica, specie se la pratica di continuo ad ogni campagna elettorale.

Il PD, inoltre, avrebbe potuto battersi per una legge elettorale che prevedesse il voto disgiunto tra maggioritario e proporzionale, in modo da consentire agli elettori delle minoranze di votare «utile» nel maggioritario. Ha invece voluto un voto unico, con il probabile obiettivo di far fuori le liste alla sua sinistra. Anche questo dice della credibilità di chi si appella al voto utile.

Il PD è il principale responsabile dei governi degli ultimi anni, almeno dal 2011 e in particolare dal 2013. Se oggi, il centrodestra e il M5S sono più forti, è una conseguenza delle politiche di centrosinistra, che hanno penalizzato le pensioni, precarizzato il lavoro, aziendalizzato la scuola, assecondato le paure sull’immigrazione. Il PD è stato finora una diga bucata, per arginare le destre e i populisti.

Sia nel caso (possibile, ma improbabile) che vinca il centrodestra, sia nel caso (possibile e probabile) che non vinca nessuno e si formi un governo di centro (PD-Forza Italia), è necessario che si ricostruisca un’opposizione di sinistra nella società e in parlamento. Il voto utile va dunque misurato, non solo sul governo, ma sull’insieme del quadro politico. In questo senso, è poco utile il voto a Potere al popolo, che prevedibilmente sarà al di sotto della soglia di sbarramento e non potrà tradurre i suoi voti in seggi, mentre può essere utile il voto a Liberi e Uguali, che potrà avere, con la ripartizione proporzionale, un gruppo alla Camera e un gruppo al Senato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.